-->
Come arredare la camera dei bambini

Ormai arredare una casa con gusto ed efficacia non è attività riservata unicamente a designer professionisti.

Tuttavia uno degli ambienti di casa che danno più problemi è rimasto arredare la camera dei bambini.

I bambini sanno infatti mettere alla prova anche quelli che sembrano i mobili più robusti, quindi non tutti i mobili vanno bene per le loro camerette.

Come se non bastasse poi, i nostri figli crescono a velocità quasi supersoniche, ed ecco che la cameretta per un figlio di 3 anni chiaramente non va bene per un bimbo che comincia ad andare a scuola.

 

Ecco perché quindi la camera di un bambino deve essere progettata in modo modulare e flessibile!

 

L’errore più comune

L’errore più comune dei genitori è pensare la cameretta per appagare i propri sentimenti, e non per essere veramente utile e pratica per il bambino.

Ecco dunque che nascono camerette tutte rosa o tutte azzurre, che sembrano provenire dal paese delle favole.

Spesso però in queste camerette confetto vi vive un bambino che non è in grado di capire che il colore rosa o azzurro ha un particolare significato… neppure parla.

Queste camerette finiscono quindi per non sortire nessun effetto nel bambino, se non quello di essere inappropriate non appena comincia a crescere e non appena ha delle reali esigenze.

Il creare una cameretta confetto è invece un desiderio unicamente per appagare i genitori.

E’ bene che una cameretta sia essenziale e pratica nei primi anni di vita del bambino.

Solo verso i 2 anni si dovrà creare una cameretta che gli permetta di giocare e di avere stimoli adatti alla sua età.

 

Arredare la cameretta di un neonato

E’ inutile in caso di una cameretta di un neonato voler strafare con l’arredamento, infatti per farlo felice bastano qualche colore e dei bei giochi.

L’importante in questi casi è la cura del mobile più importante: il letto, con i suoi accessori.

L’estetica e il design devono lasciare quindi spazio ad un lettino omologato per i neonati.

I pericoli sono molteplici, non vorremmo certo che nostro figlio si faccia male tra le sbarre del lettino.

In questa fase il bambino esplora tutto con il gusto, ecco che quindi anche per un eventuale piccolo cuscino si dovrà fare attenzione prima di tutto che sia sicuro e certificato.

Cameretta per il bambino che cammina

Non appena il bambino inizia a camminare ci si accorge subito di come tutta la casa diventi la sua cameretta.

Anche in questo caso non sono necessarie grandi spese in arredamento, il bambino si diverte moltissimo su un tappetino pieno di giochi.

Il consiglio è di attaccare delle belle stampe per bambini alle pareti nella parte alta, che portino allegria.

Mentre nella parte bassa magari appendere una lavagna, o degli appositi pannelli lavabili.

In questo modo il bambino avrà un luogo dove dare spazio alla propria creatività senza distruggere completamente le pareti di casa.

La stanza dei ragazzi

E’ quando finalmente i ragazzi cominciano gli studi che si può iniziare a pensare ad un arredamento della loro cameretta che duri nel tempo.

La scrivania è in questo caso l’elemento fondamentale, per dargli un punto in cui possano sempre avere l’opportunità di studiare, in modo da non avere nessuna scusante come un tavolo impegnato.

Per arredare la loro camera è in questa fase importantissimo renderli partecipi.

Seppur giovani infatti hanno già dei gusti bene definiti, e nonostante debbano essere guidati è bene che inizino ad essere partecipi attivamente delle scelte che li riguardano.

Dove è bene spendere denaro è, udite udite, nella sedia!

Una buona sedia operativa da ufficio costa infatti circa 200 euro.

Sul lavoro, spesso non ci se ne accorge, ma si riescono a passare 8 ore filate seduti, ma se dovessimo farlo in casa avremmo il sedere e la schiena a pezzi.

Le sedie da ufficio sono infatti progettate per essere confortevoli anche dopo dieci ore (e dureranno per tutta la vita).

Come ultima cosa la zona studio deve essere ben illuminata, per salvaguardare la vista dei nostri figli.

Insomma, vogliamo tutti che i figli studino, dobbiamo quantomeno garantirgli l’ambiente ottimale.

 



  1. Nessun Commento! Perche' non essere il primo a commentare?



Devi essere Loggato per poter commentare.